Visione 250 vite

In Svizzera, ogni anno circa 250 000 persone sono vittime di un infortunio sul lavoro, di cui 181‘500 assicurate presso la Suva. Si tratta di un lavoratore su cinque del settore edile, di uno su quattro tra coloro che lavorano ai ponteggi e di uno su tre nel settore dei lavori forestali. «Visione 250 vite» è la risposta Suva a tale elevato numero di incidenti gravi. Obiettivo del programma è evitare nei prossimi dieci anni 250 infortuni professionali con conseguenze mortali e altrettanti casi di invalidità grave.
Con la sottoscrizione della Charta della sicurezza potete contribuire anche voi a raggiungerlo. In modo totalmente gratuito e senza impegni onerosi. Le «Regole vitali» sono al centro del programma.

Scorrere
per
navigare.

Visione 250 vite

In Svizzera, ogni anno circa 250 000 persone sono vittime di un infortunio sul lavoro, di cui 181‘500 assicurate presso la Suva. Si tratta di un lavoratore su cinque del settore edile, di uno su quattro tra coloro che lavorano ai ponteggi e di uno su tre nel settore dei lavori forestali. «Visione 250 vite» è la risposta Suva a tale elevato numero di incidenti gravi. Obiettivo del programma è evitare nei prossimi dieci anni 250 infortuni professionali con conseguenze mortali e altrettanti casi di invalidità grave.
Con la sottoscrizione della Charta della sicurezza potete contribuire anche voi a raggiungerlo. In modo totalmente gratuito e senza impegni onerosi. Le «Regole vitali» sono al centro del programma.

Infortuni mortali

Incidenti mortali all'anno

Dal 2000 al 2010, il numero degli infortuni professionali mortali è diminuito in media del 5%. Agli inizi del secolo erano ancora 150, nel 2010 solo più 89.

La costante diminuzione dei casi di morte del 5 percento all'anno nel corso dgli ultimi10 anni trascorsi è un fatto sicuramente positivo. Con l'aiuto della Charta della sicurezza intendiamo intensificare ulteriormente il nostro impegno fino al 2020.

«Visione 250 vite» è la risposta Suva all'elevato numero di incidenti gravi sul lavoro. L'obiettivo: evitare con l'aiuto della Charta della sicurezza 250 infortuni sul lavoro con conseguenze mortali ed altrettanti casi di invalidità grave nell'arco di 10 anni.

Per una realizzazione efficace della «Visione 250 vite» è necessario ottenere ben più di un dimezzamento del numero degli infortuni gravi. L'obiettivo è ridurre gli incidenti mortali a 35 all'anno entro il 2020.

Infortuni mortali

Incidenti mortali all'anno

Dal 2000 al 2010, il numero degli infortuni professionali mortali è diminuito in media del 5%. Agli inizi del secolo erano ancora 150, nel 2010 solo più 89.

La costante diminuzione dei casi di morte del 5 percento all'anno nel corso dgli ultimi10 anni trascorsi è un fatto sicuramente positivo. Con l'aiuto della Charta della sicurezza intendiamo intensificare ulteriormente il nostro impegno fino al 2020.

«Visione 250 vite» è la risposta Suva all'elevato numero di incidenti gravi sul lavoro. L'obiettivo: evitare con l'aiuto della Charta della sicurezza 250 infortuni sul lavoro con conseguenze mortali ed altrettanti casi di invalidità grave nell'arco di 10 anni.

Per una realizzazione efficace della «Visione 250 vite» è necessario ottenere ben più di un dimezzamento del numero degli infortuni gravi. L'obiettivo è ridurre gli incidenti mortali a 35 all'anno entro il 2020.

Infortuni mortali per settore di attività

Cifre scioccanti. Ancora oggi in Svizzera sono troppi i professionisti che muoiono ogni anno mentre svolgono il loro lavoro. La causa d'incidente più frequente è la caduta. Passa con il mouse sul diagramma per scoprire gli altri elementi d'interesse.

  • Caduta

    229

  • Manutenzione

    98

  • Impiego di gru

    55

  • Inciampare

    51

  • Ponteggi

    48

  • Lavori forestali

    38

  • Impiego di scale

    37

  • Carrelli elevatori

    32

  • Apprendisti

    31

  • Elettricità

    28

Caduta

229

Ponteggi

48

Manutenzione

98

Apprendisti

31

Impiego di gru

55

Impiego di scale

37

Lavori forestali

38

Carrelli elevatori

32

Inciampare

51

Elettricità

28

Fonte: Suva (elenco incompleto. Sono possibili sovrapposizioni.)

Infortuni mortali per settore di attività

Cifre scioccanti. Ancora oggi in Svizzera sono troppi i professionisti che muoiono ogni anno mentre svolgono il loro lavoro. La causa d'incidente più frequente è la caduta. Passa con il mouse sul diagramma per scoprire gli altri elementi d'interesse.

Fonte: Suva (elenco incompleto. Sono possibili sovrapposizioni.)

Nessun lavoro è così importante da rischiare la propria vita

La Charta della sicurezza

La Charta della sicurezza si propone di rendere più sicuri i posti di lavoro. La Charta è stata elaborata dalla Suva in collaborazione con associazioni padronali, progettisti e sindacati. STOP in caso di pericolo, elimina il pericolo, riprendi il lavoro. I firmatari di questa carta si impegnano a garantire il rispetto delle regole di sicurezza sul posto di lavoro. Lavorare non deve mettere a rischio la vita. A proposito: la Charta Settore delle Costruzioni è disponibile in 9 lingue.

« In Svizzera, finora, non si era mai vista un’iniziativa comune di tale portata che coinvolgesse associazioni padronali, progettisti e sindacati. Si tratta di una novità che sottolinea bene l'importanza della Charta.»

Edouard Currat, membro della Direzione Suva

Regole vitali

Le «Regole vitali» sono al centro della «Visione 250 vite». Esse vengono elaborate specificamente per tutti i settori e le attività ad alto rischio. L'osservanza di tali regole prevede tolleranza zero. Ciò significa STOP in caso di pericolo per la vita e la salute, bloccare il lavoro ed eliminare la situazione pericolosa.

La Suva mette a disposizione per le aziende istruzioni pronte per l'uso rivolte all'apprendimento delle «Regole vitali». Grazie a esse i superiori sono in grado di sensibilizzare i collaboratori direttamente sul posto di lavoro in modo chiaro e pratico in merito ai rischi di maggiore portata.

Scarica le Regole vitali

Attuazione

Dopo pochi giorni dall’iscrizione, le imprese che aderiscono alla Charta della sicurezza ricevono i documenti e gli strumenti necessari in formato elettronico.

Insieme per una maggiore sicurezza nell'edilizia

Nell'ambito di un progetto di costruzione, ogni soggetto coinvolto mira a portare a termine l'opera in modo vantaggioso e soddisfacente per i clienti. Da questo punto di vista, la sicurezza sul lavoro gioca un ruolo determinante. Una maggiore sicurezza consente di ridurre gli infortuni e gli eventi indesiderati, evitando anche inutili lungaggini e costi aggiuntivi. Lo scopo è anche ridurre al minimo le sofferenze e massimizzare il vantaggio economico.

La sicurezza inizia già in sede di progettazione. Per questo motivo i progettisti hanno un ruolo fondamentale nel processo di costruzione in quanto, con il loro operato, gettano le basi per la prevenzione degli infortuni. Un cantiere sicuro è sempre il risultato di uno sforzo comune. Per questo abbiamo chiesto a vari esperti cosa serve per realizzare la nostra visione, ossia avere cantiere sicuri:
Kaspar Lo Presti
Suva, Divisione immobili
"Come investitore voglio a tutti i costi evitare che si verifichino degli infortuni nella fase di costruzione e di utilizzo di uno dei miei immobili. Dai progettisti e dalle imprese esecutrici pretendo che rispettino i principi sanciti nella Charta della sicurezza."
Sergio Gil López
Direttore dei lavori / Itten+Brechbühl AG
"Come direttore dei lavori sono responsabile del coordinamento dei lavori. Durante l'esecuzione dei lavori faccio in modo che le misure di sicurezza siano definite e messe in atto nei tempi giusti. Verifico la loro efficacia regolarmente e mi attengo ai principi sanciti nella Charta della sicurezza."
Ruedi Müller
Direzione / Müller.Bucher
Ingegneri FH
"Mi rendo conto di svolgere un ruolo importante nel garantire la sicurezza durante la realizzazione e l'utilizzo di un immobile. Per questo nel mio ambito applico i principi della Charta della sicurezza e invito tutti i partner a fare lo stesso. Questo crea trasparenza ed è la premessa fondamentale per avere un cantiere sicuro."
Alfredo Monaco
CEO / Robert Spleiss AG

Dani Scheffmacher
Direzione / Scheffmacher AG
"Sono responsabile della sicurezza dei miei dipendenti. Applichiamo in modo sistematico le regole vitali e le spieghiamo regolarmente al personale sul luogo di lavoro. Alla direzione dei lavori e alle ditte partner faccio presente che rispettiamo sempre e con coerenza i principi della Charta della sicurezza."
Marcus Trindler
Robert Spleiss AG

Adriano Di Sabatino
Scheffmacher AG
"Tutti devono dare un contributo affinché io e i miei colleghi possiamo rientrare a casa in piena salute dopo il lavoro. Sono felice che il mio capo abbia aderito ai principi della Charta della sicurezza. Per quanto mi riguarda, mi attengo alle sue istruzioni e le metto in pratica."

Industria e artigianato

Questa pagina è in fase di allestimento.

Così si esprimono i soci

Ricerca firmatari della Charta

Un sicuro vantaggio sulla concorrenza

Settore

Membri nuovi:

Beat Brönnimann GmbH   •   Rainer Schmid GmbH   •   Murano + Gilgen AG   •   H.P.GRAF Reinigungen GmbH   •   e. Vauclair SA   •   Ferrari Umbau und Renovationen AG   •   Zuber Aushub und Transport AG   •   ETU Elektro Kuster GmbH   •   bau-plenum Gmbh Generalplaner   •   Thomo-Böden AG


Nome azienda Industria Indirizzo Località
1bau-montagen gmbh Holzverarbeitung Feldeckstrasse, 33 3600 Thun
4B Fassaden AG Bau (Haupt- und Nebengewerbe) an der Ron, 7 6280 Hochdorf
9.81 Arbeitssicherheit AG Bau (Haupt- und Nebengewerbe) Stationsstrasse, 28 4601 Olten
A à Z emplois SA Ausleihe von Betriebspersonal Avenue de la Gare, 16 2740 Moutier
A Zoppi Sàrl Bau (Haupt- und Nebengewerbe) ch. De la Chapelle 2 1071 Chexbres
A. Bill AG Bau (Haupt- und Nebengewerbe) Seftigenstrasse, 315 3084 Wabern
A. Blatter AG Bau (Haupt- und Nebengewerbe) Normannenstrasse, 10 3018 Bern
A. Dietrich AG Bau (Haupt- und Nebengewerbe) Bändlistrasse, 89 8064 Zürich
A. Iten AG Bau (Haupt- und Nebengewerbe) Zugerstrasse, 50 6314 Unterägeri
A. RÖLLIN, Dächer u. Fassaden AG Bau (Haupt- und Nebengewerbe) Industriestrasse, 3 6313 Menzingen
A. Wüthrich Maschinen + Mechanik AG Maschinen- und Anlagebau Buholzstrasse, 18 6110 Wolhusen
A.C.E. Genève Ambulances SA Gesundheitswesen Route de Jussy, 2 1225 Chêne-Bourg
A.Schnyder Transportuntern. & Altmetalle AG Handel- und Lagerbetriebe Tobelstrasse, 1 + 16 8632 Tann
A+ Elektro AG Informations- und Elektrotechnik Werdstrasse, 10 9410 Heiden
Aarepapier AG Papier, Kunststoffe, Medien und Textil Langacker, 2 5013 Niedergösgen


Aiutateci a ridurre gli incidenti mortali

Diventate sostenitori della Charta

La Charta della sicurezza è fondamentalmente un'autodichiarazione, infatti chi sottoscrive la Charta dichiara apertamente di impegnarsi a favore della sicurezza. Le imprese che decidono di aderire alla Charta si impegnano in particolare a rispettare i seguenti punti.

Doveri dei firmatari:

  • 1. Applicare in tutta l'azienda il principio «STOP IN CASO DI PERICOLO / ELIMINA IL PERICOLO / RIPRENDI IL LAVORO».
  • 2. Rendere vincolanti le «regole vitali» importanti per l'azienda o definire le proprie regole di sicurezza.
  • 3. Istruire i dipendenti e spiegare loro le regole di sicurezza, se possibile direttamente sul posto di lavoro.
  • 4. Informare i partner esterni (progettisti, responsabili di progetto, lavoratori di altre aziende) della Charta della sicurezza, pretendendo che ne rispettino le regole.
  • 5. Far valere le regole di sicurezza, anche nella frenesia del lavoro quotidiano.
Aderisci
  • Fase 1
  • Fase 2
  • Fase 3
  • Fase 4

Aderire alla Charta della sicurezza

Se la vostra ditta o organizzazione opera nel settore edile, siete invitati a sottoscrivere la Charta dell’edilizia. Se desiderate firmare anche la Charta dell’industria, è possibile scegliere entrambe.
Se la vostra ditta o organizzazione opera nel settore dell’industria, siete invitati a sottoscrivere la Charta dell’industria. Se desiderate firmare anche la Charta dell’edilizia, è possibile scegliere entrambe.

Tipo di organizzazione *

Settore *

Numero di collaboratori/soci *
Questa informazione ci consente di stimare il numero dei soci/collaboratori che si avvantaggeranno direttamente della Charta.

Azienda

Referente

Seleziona una filiale
+ Aggiungi altre filiali

Campi obbligatori *

Compilare tutti i campi segnalati in rosso.

Contatti

Saremo lieti di rispondere alle vostre domande

Potete contattare telefonicamente l'agenzia Suva più vicina chiamando lo 0848 820 820

Panoramica degli indirizzi

Avete domande in merito alla Charta della sicurezza oppure desiderate iscrivervi alla nostra newsletter?
Compilate semplicemente il seguente modulo.





Input symbols

*Campi obbligatori.